Valutazioni menzognere

Un fenomeno interessante, tra i tanti, nella scuola di oggi è quello che riguarda alcuni insegnanti,…

Un fenomeno interessante, tra i tanti, nella scuola di oggi è quello che riguarda alcuni insegnanti, soprattutto quelli meno preparati e meno appassionati: essi tendono a dare voti alti, o più alti del dovuto, per tutelare loro stessi, per schermarsi da probabili critiche e per prevenire problematiche derivanti dai loro eventuali giudizi negativi. Dietro a diversi voti sufficienti o, più in generale, dietro a diversi voti alti, non ci sono né le conoscenze, né le competenze acquisite dagli studenti, ma più che altro l’inettitudine, l’inadeguatezza, la disonestà conveniente di diversi docenti. Ci sono voti positivi i quali, dunque, più che corrispondere ad un reale ed equivalente livello di preparazione degli studenti, corrispondono al livello di impreparazione e di disonestà degli insegnanti che li mettono. In particolare in questi casi, dare voti che non corrispondono alla realtà, è semplicemente conveniente: ed è così che il voto immeritato diventa la bugia che da una parte illude studenti e famiglie di una preparazione che in realtà non esiste, proprio mentre li priva del loro diritto all’istruzione; dall’altra, il voto immeritato nasconde le inadempienze professionali e morali del docente che può guadagnarsi uno stipendio senza necessariamente svolgere adeguatamente la propria attività professionale.